fbpx
Focaccia Integrale Ai Ceci Con Caprino E Fichi

FOCACCIA INTEGRALE AI CECI CON CAPRINO E FICHI

Settembre è iniziato da circa una settimana e in tavola sono arrivati i grappoli d’uva e loro, i mitici, gli inimitabili, i deliziosi fichi.
Si perchè non è settembre senza i fichi, neri o verdi che siano, con quella loro polpa rossa succulenta e dolcissima.
Devo dire che i migliori mai mangiati li ho assaggiati una settimana fa e provenivano dall’orto di Bruno, in Liguria.
Ma ricordo molto bene anche quelli che mi procurarono un’indigestione, colti direttamente dall’albero e mangiati uno dopo l’altro, come le ciliegie insomma.
Ma questo frutto spaziale è molto calorico, rispetto alle ciliegie, e per questo bisogna consumarli con parsimonia onde evitare indimenticabili mal di pancia.


focaccia integrale ai ceci con caprino e fichi

Sul blog trovate già due ricette dolci, ovvero la naked cake ricotta e fichi, e i quadrotti ai fichi.
Mancava qualcosa di salato e per questo ho provveduto con questo nuovo post.
Si narra che il fico sia originario dell’Asia Minore e furono proprio gli Egiziani a coltivarli, come attestano diversi documenti.
Ma, secondo alcuni studiosi furono i Fenici a diffonderlo nelle isole del Mediterraneo, in Portogallo, in Francia e oltre la Manica.
In Italia è coltivato almeno a partire dall’VIII secolo a.C..
I Romani lo diffusero in Europa, i Persiani lo portarono in Cina e nel XIX secolo d.C. si diffuse in India.
Nella prima metà del ‘500 molte varietà arrivarono in America, con le spedizioni spagnole, ed infine, in Australia e nell’Africa Meridionale.
Insomma il fico è sempre stato così buono che si diffuse velocemente in tutto il mondo.

focaccia integrale ai ceci con caprino e fichi

Ne esistono moltissime tipologie, pensate che solo in Italia, nel periodo rinascimentale, se ne contavano 500 specie diverse.
Il fico matura in questa stagione poi deve essere raccolto da maturo e consumato subito per evitare che si deteriori.
Diversamente può essere essiccato e consumato tutto l’anno, magari in occasione delle feste natalizie.
Per gli antichi, i frutti erano doni degli Dei e Pomona era la divinità che controllava la loro maturazione.
Vertumno il Dio che controllava il ciclo delle stagioni era perdutamente innamorato della Dea, che però difficilmente si concedeva.
La mitologia narra che Vertumno si trasformò in una vecchietta per potersi avvicinare a lei, parlarci e finalmente convincerla a concedersi a lui.
Da allora i “frutti” non sono stati mai così dolci.
Insomma fatemi conoscere qualcuno cui non piacciono…
Poi abbinati al caprino e a questa focaccia integrale ai ceci ( cioè i ceci fanno parte dell’impasto) non potrete più farne a meno.
Fiocco ai grembiuli

focaccia integrale ai ceci con caprino e fichi
Ingredienti per una teglia da 30×40 cm:

300 g farina integrale
200 g farina 00
200 g semola di grano rimacinata
220 ml acqua
460 gr ceci cotti scolati
20 g lievito di birra fresco
16 g sale
20 g olio evo
per la salamoia
80 ml acqua
40 gr olio evo
12 gr sale fino
Per la farcitura:
250 g caprino
8-10 fichi maturi


focaccia integrale ai ceci con caprino e fichi
Come si prepara la focaccia integrale ai ceci:

Con una forchetta schiacciate i ceci in una ciotola, senza frullarli ma semplicemente disfacendoli.
Versateli in una ciotola insieme alle 3 farine precedentemente setacciate.
Con la foglia iniziate a impastare con la planetaria aggiungendo l’acqua con dentro il lievito di birra sciolto.
Dopo che l’impasto avrà cominciato a compattarsi aggiungete il sale e infine l’olio evo.
Proseguite ad impastare fin quando l’impasto si attaccherà alla foglia e risulterà liscio e compatto.
Potete impastare anche a mano inserendo gli ingredienti in una ciotola nello stesso modo.
Ungete una ciotola e disponete all’interno la palla di impasto, coprendo con la pellicola, a temperatura ambiente.


focaccia integrale ai ceci con caprino e fichi

Al raddoppio ungete una teglia 30×40 cm poi sgonfiate l’impasto e poi trasferitelo all’interno, coprendo tutta la superficie e facendo attenzione a non stracciare la pasta tirandola troppo.
Coprite con la pellicola e lasciatela riposare a temperatura ambiente per 1 ora.
Passato questo tempo accendete il forno a 220°C, scoprite la focaccia e con i polpastrelli delle dita bucherellate la superficie.
Emulsionate l’acqua con l’olio e il sale e poi versate la salamoia sopra la superficie dell’impasto.

focaccia integrale ai ceci con caprino e fichi

Infornate per circa 15 minuti poi sfornate, togliete la focaccia dalla teglia e lasciatela raffreddare sopra una gratella, in modo da evitare la formazione della condensa sul fondo.
Quando la focaccia sarà fredda tagliatella a quadratini poi spalmatela con del caprino.
Tagliate i fichi a rondelle e disponetene una fetta sopra al caprino.
Servite subito.
Potete conservare la focaccia senza farcitura 1 giorno in un contenitore con il tappo a temperatura ambiente e rigenerarla in forno a 160°C per qualche minuto.

focaccia integrale ai ceci con caprino e fichi

Print Friendly, PDF & Email
    1. Ciao Claudia…..quello che preferisci e quello che trovi nel frigo. Ottimi i salumi, oppure la confettura, o magari del formaggio spalmabile o stracchino.
      Baci
      Angela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *