Frittelle Con Uvetta Sultanina Di Carnevale

FRITTELLE DI CARNEVALE

Con il susseguirsi degli eventi di questo mese di gennaio mi sono ritrovata catapultata nel mese di febbraio trovandomi in netto ritardo per tutte le feste che porta.
Carnevale quest’anno cade proprio presto e subito dopo ci sarà San Valentino, una cosa dietro un’altra visto che martedì grasso sarà proprio il 13 febbraio.
Senza pensare che il 26 febbraio festeggeremo il 5’ compleanno dei miei gemellini e dovrò cucinare e fare le torte per due classi di bambini dell’asilo e i loro genitori.
Quindi lo scorso weekend mi sono messa all’opera, recuperando un po’ di ricette che avevo in testa, e le ho realizzate per non venire meno al mio impegno con voi sul blog.
Con tutti i piatti che ho preparato per “gourmet”, la trasmissione di alice tv che va in onda dal lunedì al venerdì alle 20:50, e il libro in preparazione, ho sentito la necessità di fare qualcosa di semplice ma allo stesso modo molto carino e invitante.


frittelle di carnevale con l'uvetta

Diciamo che il blog è attualmente la mia valvola di sfogo e voglio dedicarmi alle ricette alla portata di tutti in modo da divertirmi e darvi la possibilità di rifarle senza problemi, in poco tempo e con ottimi risultati.
Carnevale si sa è l’ostentazione della gola e in questo periodo ci si concede dolcetti fritti di ogni tipo.
Sapete perché?
Il motivo è molto semplice e le motivazioni sono da ricercare nel passato quando carnevale precedeva la Quaresima, periodo in cui, per motivi religiosi, non era possibile soddisfare il proprio palato e cedere alla gola.
Durante i giorni di Carnevale si faceva incetta di ogni cibo ricco e godurioso perché dopo ci sarebbero stati 40 giorni di preghiera, penitenza e digiuno.
Le maschere invece sono nate intorno al 1500, una tipica per ciascuna regione, con il teatro.
Tutte le maschere prendevano in giro i comportamenti e le caratteristiche di certe persone e quindi era un modo per divertirsi.

frittelle di carnevale con l'uvetta

Oggi giorno le cose sono molto cambiate, formalmente non perché il Carnevale non preceda ancora la Quaresima, cadendo in base alle festività di Pasqua, ma perché nessuno o quasi festeggia il Carnevale per gli stessi motivi di un tempo.
Di sicuro non ha perso il suo fascino, specialmente per i bambini piccoli che non vedono l’ora di potersi mascherare e lanciare coriandoli e stelle filanti, ma anche farsi qualche scherzetto….perchè a Carnevale ogni scherzo vale!
I miei figli adorano mascherarsi e quest’anno hanno optato per Spiderman, Minions e Darth Vader….
Sicuramente parteciperanno a qualche festicciola e, se il tempo migliorerà, li porterò a vedere qualche sfilata dei carri di carnevale.
A voi piace il carnevale?
Per quanto riguarda me direi che mi diverte molto, che mi piace mettermi qualche cappellino o parrucca colorata, ma soprattutto gustare i dolcetti tipici del periodo.

frittelle di carnevale con l'uvetta

Tre anni fa preparai dei cenci o chiacchiere o lattughe, due anni fa delle frittelle di riso, due ricette senza glutine perfette anche per me, e lo scorso anno la schiacciata alla fiorentina con chantilly.
Anche quest’anno non ho voluto sottrarmi alla frittura e ho preparato delle nuove frittelle di carnevale con l’uvetta.
Non vi dico quanto erano buone perché così sarete costretti a rifarle 😉
Se avrò tempo vorrei fare anche le castagnole ma non garantisco….magari le cucinerò il prossimo anno.
Allora buon carnevale e fiocco ai grembiuli.

frittelle di carnevale con l'uvetta

Ingredienti per 4 persone:

130 gr farina 00
50 gr fecola di patate
60 ml latte intero
2 uova medie
40 gr zucchero semolato
1/2 bustina di lievito per dolci
2 cucchiai di vinsanto
50 gr uvetta sultanina
scorza di 1 limone o di 1/2 arancia
20 gr zucchero a velo
olio di semi per friggere


frittelle di carnevale con l'uvetta
Come si preparano le frittele di carnevale:

Per prima cosa occorre immergere l’uvetta in acqua tiepida e vinsanto.
La quantità d’acqua e del vino liquoroso dovrà essere tale in modo che l’uvetta rimanga immersa completamente.
Lasciatela così per circa 1 ora.
Dopo setacciate la farina con la fecola di patate e il lievito per dolci.
In questo modo non si formeranno pallini o grumi nell’impasto.
In un’altra ciotola rompete le uova e aggiungete lo zucchero poi con una frusta montate leggermente il composto.
Unite le uova sbattute con lo zucchero alle farine e con una marisa mescolate bene in modo da uniformare l’impasto.


frittelle di carnevale con l'uvetta

Grattugiate la scorza di limone e poi aggiungete l’uvetta strizzata.
Mescolate nuovamente in modo da distribuire l’uvetta all’interno dell’impasto.
Coprite la ciotola con pellicola e lasciate riposare l’impasto per circa 30 minuti.
Passato questo tempo versate abbondante olio di semi in una casseruola e, quando avrà raggiunto la temperatura di frittura verificabile con la punta di uno stuzzicadenti, prendete un cucchiaino colmo di impasto e fatelo friggere per pochi minuti.
La superficie della frittella dovrà essere dorata e non marrone.

frittelle di carnevale con l'uvetta

Se la frittella dovesse diventare scura rapidamente dovete abbassare il fuoco.
Mani mano che preparerete le frittelle fatele poi scolare su della carta assorbente.
Se dovessero formarsi dei escrescenze o ramificazioni della frittella potete staccarle con le mani e ottenere una bella pallina rotondeggiante, molto simile alla castagnola.
Quando avrete terminato la cottura delle frittelle cospargetele con zucchero a velo e poi servitele.
Si conservano buone e fragranti per 24 ore circa, tenute in un contenitore con coperchio a temperatura ambiente.

frittelle di carnevale con l'uvetta

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *