IMG 8012

RISO AL FORNO AL SALMONE LIME E TIMO

Capita che a volte si conoscano delle persone grazie ai nuovi mezzi di comunicazione, social, blog, internet ci permettono di accorciare le distanze tra il nostro mondo reale e quello virtuale.
Così magari per caso un giorno cominci a “seguire” una persona perché fa delle foto carine, perché fa ricette semplici ma originali e presentate con cura, perché lascia sempre un commento gentile a tutte le foto che posti.
Ti aspetti di trovare una sua nuova foto tutti i giorni, di vedere che ha cliccato “mi piace” perché questo significa che ha frugato nella tua gallery forse in cerca d’ispirazione, di capire che cosa starà facendo chissà dove, se è mamma come te, se lavora, come è fatta fisicamente, quale sarà la sua canzone preferita.
Insomma ti ritrovi a pensare a lei come se fosse una tua amica come le altre che hai nella vita normale, perché sei curiosa di sapere come sta e vorresti sentirla per raccontarle di un progetto, di una delusione, di un’emozione o di un cruccio.
Forse vi sembrerò folle ma ultimamente, dopo l’apertura del blog e l’incremento della frequentazione da parte mia dei social, mi capita spesso di ritrovarmi in questa situazione e un po’ me ne dispiace, perché ad alcune persone sono davvero affezionata, e mi piacerebbe potessero entrare prepotentemente anche nella mia vita reale.
Vorrei assaggiare quel dolcetto di cui ho visto solo una foto, vorrei sentire la voce e il profumo di chi l’ha fatto, vorrei guardarla negli occhi e capire meglio chi è.
Spero che un giorno tutto questo possa succedere con alias “macchia di nutella”, Annunziata, una bellissima mamma blogger bolognese con la passione per la cucina, le foto e le decorazioni.
L’ho conosciuta per caso su instagram e sono diventata sua follower.
Un giorno ho visto una foto che mi ha colpito tanto, era una specie di lasagna al forno ma, invece che preparata con le sfoglie di pasta all’uovo, era fatta con il riso e vista la mia celiachia mi è sembrata un’idea geniale.
Incuriosita le chiesi che cosa era, se potevo avere la ricetta.
Purtroppo non l’aveva ancora pubblicata sul blog ma generosamente mi diede delle indicazioni per preparare il riso al forno e mi raccontò la storia di quella ricetta.
Un piatto della sua infanzia, sua mamma glielo preparava spesso ma con il sugo, il parmigiano e la mozzarella e basta perché non erano ammesse varianti, a lei piaceva proprio e solo così.
Bologna – Firenze non è una distanza incolmabile, e ormai la mia curiosità è alle stelle, spero che con questo articolo sul mio blog si decida a diventare una mia amica….vera!
Questa ricetta per lei ha un valore affettivo e mi auguro che presto voglia condividerla con tutti sul suo blog, per questo mi sono permessa di cambiarla in modo radicale, perché mai e poi mai vorrei rubarle un’idea così carina, quindi noi prepareremo insieme un riso al forno ma al salmone, lime e timo.
Fiocco ai grembiuli

Ingredienti per 2 persone:

– 140 gr riso carnaroli
– 500 ml brodo di pesce
– 50 gr di filetto di salmone fresco, senza pelle e lische
– zeste di un lime
–  mezza cipolla bianca
– 2/3 cucchiai di olio evo
– 2 rametti di timo fresco
– 2/3 cucchiai di parmigiano reggiano
– 1 pomodorino
– 20 burro e un po’ per imburrare la teglia
– sale
– pepe

Come si prepara il riso al forno:

Riducete la cipolla in piccoli pezzi e poi passatela in padella nell’olio evo caldo perché soffrigga leggermente.
Aggiungete il riso e fatelo tostare per qualche minuto.
Versate sopra il riso il brodo di pesce, precedentemente rimesso a sobbollire, e attendete che prenda il bollore.
Abbassate la fiamma e fate andare tutto per circa 11 minuti con un coperchio.
Intanto accendete il forno a 160°C modalità statico e dedicatevi alle decorazioni.
Prendete un pomodorino e con un coltello dalla lama affilata ritagliate la buccia in modo da creare una sorta di stella filante rossa.
Tagliate delle listarelle di buccia di lime e mettete tutto da parte.
Prendete una teglia piccola, una di quelle di alluminio da 2 porzioni andrà benissimo, e passate i bordi esterni con un po’ di burro.
Infine riducete il filetto di salmone in piccoli cubetti.
Una volta che il riso sarà cotto spegnete la fiamma e versate sopra i cubetti di salmone, lo zeste di lime, le fogline del timo fresco, il burro e regolate di pepe e sale per poi mescolare il tutto.
Passate il riso nella teglia e livellatelo con la schiena di un cucchiaio.
Spolverate con parmigiano reggiano e infornate per circa 15 minuti.
Accendete poi il grill, aumentate la temperatura al massimo, e attendete pochi minuti perché si formi quella crosticina croccante sulla superficie, poi sfornate e lasciate leggermente intiepidire.
Decorate con la stella filante di buccia di pomodoro, le listarelle di buccia di lime e un rametto di timo prima di portare in tavola e servire.
Si taglia proprio come una lasagna ma potete anche usare un bel cucchiaio e trasformarlo in un piatto da mangiare in due, magari proprio con la vostra migliore amica.
Grazie ancora Annunziata per l’idea e per come sei entrata nella mia vita….così, proprio come una macchia di nutella.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *