IMG 7435

LASAGNE COLORATE AL PROFUMO DI TROTA

E allora buon 2016 a tutti!!!!!
Ci tenevo tanto a darvi una ricetta anche il primo giorno dell’anno così eccomi qui, dopo i postumi della nottata passata a casa di mia sorella e gli amici della squadra di rugby di mio nipote di 9 anni, non troppo lunga perché tra i miei bimbi piccoli e i postumi del mio intervento chirurgico di 9 giorni fa non siamo riusciti a resistere troppo oltre la mezzanotte.

Così siamo qui pronti a rimetterci a tavola per il pranzo di Capodanno e ci vuole qualche idea semplice per festeggiare al meglio

Ed io sono pronta, ho giusto una ricettina buonissima da suggerire, un pochino svuota frigo direi, perché in effetti potrete anche variare un po’ gli ingredienti come sempre, viva la creatività, la fantasia, e perché no usare quello che si ha in casa a disposizione, visto che oggi i negozi sono chiusi.
Vorrei fare delle lasagne, ma senza la lungaggine del ragù perché magari vi sarete alzati tardi e non avrete troppo tempo per preparare il pranzo.
Faremo delle lasagne di pesce, con la trota, pesce economico e poco usato nelle nostre cucine perché forse poco conosciuto o magari ritenuto erroneamente molto saporito.
Fiocco ai grembiuli e buon 2016.

 

Ingredienti per 4 persone, teglia 30 x 30 cm:

– 250 gr pasta fresca per lasagne (140 gr a crudo)
– 500 ml di besciamella
– 100 gr parmigiano grattugiato
– 200 gr filetto di trota
– 1 peperone rosso
– 1 cavolo romano piccolo
– 60 gr di pistacchi sgusciati e sbucciati
– qualche fiocco di burro
– olio evo
– una cipolla bianca piccola
– sale quanto basta

Come si preparano le lasagne:

Lavate e tagliate il peperone e il cavolo romano.
Saltate poi i peperoni in padella con un po’ di olio, una cipolla, mezzo bicchiere di acqua e un pizzico di sale per circa 15 minuti, dovranno essere ancora leggermente crudi perché con la successiva cottura al forno potrebbero disfarsi troppo.
Il cavolo romano cucinatelo al vapore, quindi prendete una pentola e versate sul fondo un po’ di acqua e coprite con un coperchio. Quando l’acqua comincerà a bollire mettete i pezzettini di cavolo su di una retina e fateli cuocere fuori dall’acqua, questo vi permetterà di mantenere quel bel colore verde che altrimenti perdereste bollendoli, per circa 15 minuti.
Accendete il forno a 180 °C modalità statico.
Prendete poi una teglia, possibilmente quadrata, imburratela e poi disponete il primo strato di pasta per lasagne o secca o fresca.

Versate un po’ di besciamella per coprire la pasta completamente e poi mettete sopra dei pezzetti di cavolo e di peperone, dei pistacchi, dei pezzetti di filetto di trota leggermente salati, i pistacchi e una spolverata di parmigiano.

 

Coprite con un secondo strato di pasta per lasagne e procedete nello stesso modo descritto sopra per 3 volte, in modo da avere 4 strati di pasta e 4 strati di ripieno.
Finito l’ultimo ripieno non coprite con la pasta da lasagna ma mettete qualche fiocco di burro e infornate per circa 15 minuti con poggiato sopra un foglio di alluminio e gli ultimi 10 minuti senza.
La superficie delle lasagne dovrà risultare dorata e la pasta morbida, verificate entrambe le cose prima di sfornare, altrimenti lasciatele nel forno per qualche altro minuto.
Sfornate e lasciate leggermente raffreddare per poterle tagliare meglio ed evitare che si rompano e dividano troppo.
Sono ottime anche fatte, lasciate raffreddare e poi scaldate prima di servire, quindi potete prepararle anche in anticipo.

 

Come alternative alla trota posso darvi il salmone, oppure anche orata e branzino anche se a livello cromatico faranno perdere un po’ di bellezza alla stratificazione perché si confonderanno con la besciamella.
Se invece non avete il cavolo romano potete usare degli spinaci o bietola, ben strizzati mi raccomando, oppure del sedano al quale avrete tolto i fili fibrosi.
Il peperone rosso può essere sostituito da quello giallo, oppure potete usare delle carote cotte e tagliate a rondelle, quelle in casa non mancano mai.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *