fbpx
IMG 7516

GNUDI DI POLENTA E AVANZI DI NATALE

Questo Natale ho mangiato quasi sempre e solo polenta.
Non vi avevo detto niente per non far preoccupare nessuno ma martedì 22 dicembre ho subito un intervento, neanche troppo piccolo per rimuovere delle ernie e correggere il distacco degli addominali che mi portavo dietro dalla gravidanza dei miei gemellini.

Così sono dovuta stare molto attenta con il cibo, niente glutine e soprattutto cibi che mi lasciassero leggera e senza troppo gonfiore, e risparmiarmi un pochino di dolore.

Sarà per questo che l’idea che vi propongo oggi me la sono sognata stanotte….povera me!
Invece di sognare i numeri sogno le ricette del blog…..

Sono degli gnudi oppure polpette di polenta e quello che è rimasto delle cene e pranzi di questi giorni.
Devo dire che il risultato è stato abbastanza sorprendente anche me, molto meglio di quello che mi ero immaginata.
Poi è un modo un po’ diverso di riciclare gli avanzi che non sia un polpettone o un ripieno di raviolo.
Immagino che magari oggi non abbiate voglia di rimettervi a mangiare e state bevendo delle tisane depuranti…..mi sembra di vedervi si!!! 🙂

Ma potete preparare gli gnudi oggi e gustarli a capodanno come antipasto o finger food ( congelandoli) oppure domani per pranzo ( ripassati in forno).

 

Vi assicuro che la base di polenta non li rende pesanti e, specialmente la versione al forno, sono un ottimo piatto unico senza glutine e uova.
Fiocco ai grembiuli

Ingredienti per 30 gnudi grandi come una pallina da ping pong:

 
– 500 ml acqua
– 125 gr polenta istantanea
– sale
– 4 fette di arrosto, o cappone, o faraona, tagliate a quadratini
– olive tagliate a cubetti piccoli
– sottaceti tagliati
– carciofi sott’olio tagliati
– peperoni sott’olio tagliati
– 1 pomodoro tagliato a cubetti piccoli
– 100 gr di pecorino, o caciotta, o parmigiano
– 5 foglie di basilico tagliuzzate

Come si preparano gli gnudi di polenta:

Fate bollire l’acqua con il sale e intanto tagliate a cubetti tutti gli avanzi, il pomodoro.
Versate tutto in una ciotola e poi spolverate con il basilico fresco.
Versate la polenta istantanea nell’acqua bollente e mescolate fino a che avrà raggiunto una consistenza soda.
Versate poi la polenta sopra gli altri ingredienti e mescolate bene per amalgamare il tutto.

Con le mani leggermente unte fate le palline di polenta e avanzi e disponetele su di un tagliere di legno.

Questo vi permetterà di farle tutte grandi uguali e cuocerle al meglio successivamente.
A questo punto potete cuocere gli gnudi in due varianti che vi proporrò oppure congelarli e usarli in un secondo momento.

 

Per la versione fritta, in un pentolino con abbondante olio di semi alla giusta temperatura per friggere immergete la prima pallina e lasciatela dorare su tutti i lati.
Ripetete l’operazione con il resto degli gnudi e metterli poi su della carta assorbente per rimuovere l’olio in eccesso.
Serviteli caldi accompagnati da una salina di yogurt fatta con 100 gr di yogurt bianco, un pizzico di sale, il succo di mezzo limone, un po’ di pepe e una spolverata di polvere d’aglio.
Saranno croccanti fuori e morbidi e saporiti dentro.

 

Per la versione al forno, sicuramente più leggera e anche veloce da preparare, prendete una pirofila e ungetela con del burro, giusto un poco per non far attaccare le palline al fondo durante la cottura.
Accendete il forno con grill a 200 °C, senza ventola.
Disponete un piccolo fiocco di burro su ciascuna pallina e spolverate on qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato.
Infornate per circa 8 minuti, fino a quando comincerà a formarsi una crosticina marrone.
Servite caldi senza aggiungere altro se non un bicchiere di vino rosso.
RICETTA SENZA GLUTINE.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *