IMG 6289

COCCOLA TIEPIDA DAI COLORI D’AUTUNNO

Se avessi scritto il titolo serio sarebbe stato “cialde di riso calde con crema di camembert, filetti di cachi e chicchi di melograno”, ma suonava troppo serio e pieno di pretese.
Così ho preferito scrivere un titolo che ricordasse da dove è partita tutta l’ispirazione di questo antipasto, ovvero l’autunno, con i suoi colori caldi e intensi e i sapori dolci e persistenti dei frutti.
Volevo combinare il dolce con l’amaro, il salato col dolce e aggiungere una nota aspra.
Mi piaceva giocare con le consistenze, croccante, cremoso, “polposo”, succoso.

Sono partita dal cachi, frutto dolce e con una bella polpa soda ma che si scioglie in bocca.

Volevo cremosità e l’ho trovata nel camembert, formaggio francese simile al brie ma con una leggera nota amarognola che ben poteva contrastare con il cachi, e poi mi ricorda uno dei periodi più felici della mia vita quando vivevo a Parigi e l’autunno era la stagione più bella per camminare e scoprirne ogni
angolo.
Mi serviva poi qualcosa di croccante e a base di cereali dal sapore salino e ho pensato che delle cialde di riso al forno potessero essere l’ideale per creare una sorta di millefoglie, sono celiaca e quindi le avevo già fatte e mi ricordavo quanto fossero buone.
Mancava una nota di aspro, così ho aggiunto un altro frutto simbolo dell’autunno, il melograno che poteva conferire anche una certa freschezza ad un antipasto a base di formaggio francese a pasta molle e crosta fiorita.
Mi sono immaginata il tutto già montato, mi piacevano i colori e gli strati che si venivano a formare e poi da li ho cominciato ad elaborare la ricetta che potesse permettermi di realizzare quello che fino a quel momento era solo nella mia testa.
Ho pensato a questa ricetta per chi è intollerante al nichel, e non potete immaginare quanti ingredienti siano vietati e molti sono frutta e verdura, così spero di aver dato un’idea per gustare l’autunno senza troppe rinunce.
Con questo antipasto ho partecipato al contest “Le intolleranze? Le cuciniamo” del blog nonna paperina e sono arrivata tra le prime 150 ricette in gara ( erano più di 1800).
Fiocco ai grembiuli

Ingredienti per 4 antipasti:

– 250 gr camembert con la buccia
– 60 gr latte intero
– 150 gr panna fresca
– 30 gr acqua
– 1 gr agar agar
– 150 gr riso carnaroli
– 40 gr burro chiarificato
– 30 gr parmigiano grattugiato
– pizzico di sale
– 2 cachi maturi
– qualche chicco di melograno

Come si preparano le coccole:

Tagliare a pezzettini il camembert e mettetelo a sciogliere nel latte in un pentolino su fiamma bassa.
Versare l’agar agar nell’acqua e mescoliamo per farlo sciogliere.
Bolliamo la panna e versiamo l’acqua con l’agar sciolto e lasciamo andare sul fuoco per due minuti. Lasciamo raffreddare leggermente la panna e poi uniamo i due composti mescolando bene.
Prendete un coppa pasta di 6 cm di diametro, rivestite il fondo con della pellicola e i bordi interni con l’acetato, versatevi dentro la crema e lasciare raffreddare e solidificare in frigo.
Con un bel coltello affilato ricavare poi 12 fette di crema di camembert, che avrete precedentemente rimosso dal coppa pasta.
Far cuocere in 300 ml di acqua bollente leggermente salata il riso per 18 minuti.
Accendere il forno a 200 °C.
Aggiungere al risotto il burro e il parmigiano, mescolare e poi stendere il tutto su di un tappetino di silicone e, con l’aiuto di un mattarello e un foglio di carta forno, stendete il riso in modo che si ottenga uno spessore di pochi mm.
Infornare per 10 minuti, sfornare e ricavare 16 dischi con un coppapasta di 6 cm, rimettete in forno per altri 15 minuti fino a che vedrete che le cialde cominceranno a dorarsi.
Spellate i cachi e ricavatene delle fettine sottili.
Prendete una prima cialda di riso calda di forno e posizionatela su un piatto.
Mettete poi una fettina di crema di formaggio e dei pezzi di cachi, un’altra cialda di riso e poi ripetete la
sequenza altre due volte, in modo da ottenere 3 strati.
Il calore delle cialde riscalderà leggermente la crema di formaggio che inizierà a fondersi. Aggiungere dei chicchi di melograno sul piatto e servire subito.
RICETTA SENZA GLUTINE E SENZA NICHEL.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *