IMG 6116

ARROSTO DI TACCHINO, COTTURA SOTTOVUOTO A BASSA TEMPERATURA

Questa estate mi sono fatta un super regalo, una cosa che desideravo da almeno 6 anni ma che non avevo mai acquistato per mancanza di spazio ma soprattutto di soldi.
E’ un elettrodomestico che dovrebbe stare in tutte le cucine, come il frigo e il forno, ma ancora è praticamente sconosciuto dalla maggior parte delle persone.
Non è indispensabile ma facilita molto, come l’impastatrice ad esempio.
Sto parlando dell’abbattitore FRESCO, che poi chiamarlo solo abbattitore è riduttivo perché fa un sacco di altre cose.
Si perché FRESCO oltre che abbattere, surgela, funge da camera di lievitazione a temperatura programmata e cuoce a bassa temperatura
Oggi lo userò non per raffrescare ma bensì per cuocere, a bassa temperatura, un arrosto di tacchino.
Questa tecnica di cucina mantiene la qualità organolettica e la morbidezza della carne, senza aggiungere troppi grassi, e il peso con una sugosità e tenerezza mai provate.
La cottura a bassa temperatura è una cottura lunga che vi permetterà di gestire meglio i tempi e di preparare salse o contorni da abbinare all’arrosto, il sottovuoto invece vi garantirà un sughetto di cottura da versare sulle fette della vostra carne
Fiocco ai grembiuli high tech 1.0
Ingredienti per un arrosto di tacchino:
– 750 gr arrosto di tacchino
– succo di 2 lime
– scorza di 2 lime
– 20 gr sale
– 5 gr pepe
– 2 cucchiai d’olio evo
– un rametto di rosmarino
– una fetta di pancetta

Come si prepara:

Prendete un sacchetto in pvc per la cottura di alimenti e mettete a marinare per 24 ore in frigo la carne con il succo e la scorza di lime, il sale, il pepe, l’olio e il rametto di rosmarino.

Prendete un secondo sacchetto, inserite il sacchetto chiuso della carne marinata all’interno, e aspirate l’aria con una macchina per il sottovuoto.

Accendete FRESCO e impostate la cottura a bassa temperatura, 75°C, per 4 ore.

Mettete il sacchetto sotto vuoto all’interno dell’abbattitore e fate cuocere.

A fine cottura potrete aprire il sacchetto e consumare subito, oppure rosolare per qualche minuto l’arrosto in padella in olio bollente.

Potete anche abbattere il sacchetto con la carne ancora sotto vuoto e poi tenerlo in frigo per consumarlo entro una settimana.
Oppure, dopo averlo abbattuto, congelarlo per consumarlo anche un mese dopo.
Se non avete FRESCO e volete comunque provare a fare la ricetta, mettete a cuocere la carne sottovuoto in acqua bollente per circa 1 ora e 30 minuti. Il risultato non sarà il solito ma comunque simile.

Ho deciso di accompagnarlo con fettine di avocado fresco, fantastico!
RICETTA SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *