IMG 6135

MASSARI DAY

Ieri mattina anche se era sabato sveglia presto, anticipata in realtà solo di 10 minuti rispetto al resto della settimana, per andare a prendere il treno per Milano di corsa verso un sogno che finalmente si avverava, il mio primo incontro con il maestro Iginio Massari, per il Massari Day.
Lo scorso anno ero ancora troppo concentrata sulla mia mammitudine e non avevo partecipato al primo raduno del fun club e questa era un’occasione imperdibile.

Iginio Massari non è solo un pasticcere, un maestro, un pozzo di sapere e scienza della pasticceria ma è soprattutto una persona molto umile che parla in modo semplice che ricorda gli uomini tutti d’un pezzo di altri tempi, un gran lavoratore con l’entusiasmo di un adolescente.

Ho cominciato ad appassionarmi a lui quando ho cominciato a leggere alcuni suoi commenti sulla vita sui social. A volte mi sembra di leggere e di sentire mio papà, che purtroppo non è più qui da 12 anni, mi intenerisce questa cosa e mi fa pensare a Massari non come ad un genio inarrivabile, ma come ad una persona familiare dal quale ascoltare consigli e suggerimenti come da un padre.
Oggi non è stato un semplice show cooking ma un’esperienza di condivisione di ricette, consigli, trucchi conditi da simpatia e spensieratezza che facevano sembrare facile anche la ricetta più complessa.
Il maestro non si è risparmiato in niente, ha montato albumi e decorato personalmente con la frutta le sue torte, come un qualsiasi apprendista e lontano dal ruolo di star che si merita senza ombra di dubbio.
Ad aiutarlo c’erano anche altri 4 mostri sacri, Maurizio Black Santin, Alessandro Servida e Fabrizio Galla, insomma il top del top della pasticceria, che oltre che essere bravi sono stati anche molto simpatici e pronti ad interagire con noi del pubblico.
Hanno preparato 6 dolci, la torta Donizzetti, la crostata al cacao e ganache di frutto della passione, tiramisù innovativo, il babà, la torta seduzione, il dolce duchessa e un dolce al piatto realizzato da Galla non difficile, inpensabile!
Con me c’era un teatro pieno di professionisti e semplici appassionati tutti a bocca aperta ad ascoltare e prendere appunti come se non ci fosse un domani.
Ma il momento più intenso è stato quello dell’assaggio, mignon monoporzione di ciascuno dei dolci.

 

Non si dovrebbe dire ma il mio preferito è stato il mignon della torta seduzione.

Se non siete iscritti al fun club su facebook ve lo consiglio vivamente perchè oltre a trovare delle ricette e video esclusivi del maestro Massari anche tante persone che potranno aiutarvi a realizzare i suoi dolci.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *